Mese: dicembre 2015

Riconoscere la felicità: il mio augurio per il 2016


Felicita_4056
Questa mattina mio marito è tornato dalla spesa con un mazzo di rose per me. “Erano così belle…”, ha detto. Poi ha cominciato a riporre sul piano di lavoro della cucina gli ingredienti della calamarata per la cena di fine anno. Mentre cercavo un vaso dove sistemare i fiori, li ho trovati così delicati da prendere il cellulare e fotografarli.
E mi sono resa conto. Mi sono resa conto di vivere un piccolo momento di felicità. La piccola, preziosa felicità di una mattina di fine anno con la prospettiva di una cena tra amici. La luce che entra nel soggiorno di casa, l’albero di Natale sul terrazzo, il profumo di cose buone che comincia ad arrivare dalla cucina. Un compagno che dopo tanti anni insieme vede dei fiori e pensa ancora a te. La prima telefonata di auguri da una sorella e la certezza che oggi arriveranno anche quelle degli altri componenti della mia numerosa famiglia.
Non credo nella fortuna ma mi ritengo fortunata di essere diventata consapevole dei momenti di felicità che la vita ti regala e ti può regalare, anche ogni giorno. Oggi per me la felicità è un mazzo di rose che illuminano quest’ultima giornata del 2015. Non so davvero cosa ci aspetterà nel 2016. Quello che mi auguro, che auguro a tutti voi, è di vivere – e di riconoscere – i piccoli momenti di felicità che ci saranno nella nostra vita di tutti i giorni, anche nell’anno che sta per arrivare.

Lo smoking: l’abito sexy e ultrachic per le notti di Capodanno

Tre donne, tre stili per indossare lo smoking: Angelina Jolie, Charlotte Ramplig e Olivia Wilde

Tre donne, tre stili per indossare lo smoking: Angelina Jolie, Charlotte Ramplig e Olivia Wilde

Indecise su cosa mettervi per festeggiare l’ultima notte dell’anno? Cercate qualcosa di sexy ma non volete cadere nella solita combinazione “stretch & paillettes”? Lo smoking (o tuxedo, per gli anglosassoni), è perfetto. Sta bene a donne di tutte le età e, scegliendo il modello di giacca più adatto, di tutte le taglie. Lo si può portare con pantaloni ampi o skinny, con una camicia maschile, una blusa morbida di seta o con un top di voile. Elegante, mai banale, l’abbinamento giacca e pantaloni rubato dal guardaroba maschile e reinventato per le donne da Yves Saint Laurent nel 1966, è di per sé una dichiarazione di stile. In omaggio al suo creatore, ve lo proponiamo in versione luxury, quindi tutto griffato YSL (come Angelina Jolie e Charlotte Rampling)… Ma, tranquille: ho scovato anche alternative molto più abbordabili e alla portata di tutte le tasche! (altro…)

Che la festa, finalmente, cominci!

Natale_2015_IMG_3820

Vi faccio gli auguri nell’unico angolo del soggiorno non invaso da carta, scotch, forbici, nastri di ogni tipo. Ho finito di fare i pacchetti e tra poco ci recheremo dai parenti per la cena della Vigilia.  Non avete idea di quanti tentativi ci sono voluti per scattare questa foto oggi: non venivo mai con l’espressione giusta e ho costretto mio marito Luigi – alias il Cuoco di Camera con Vista – a fare decine di scatti. Alla fine non ne poteva più e quindi invece di offrirvi l’immagine da raffinata blogger che avevo in mente ma che non veniva mai, ho scelto questa: è molto imperfetta ma mi ci riconosco. Decisamente siamo più bravi a fotografare torte e pastasciutte :-D. Comunque, è andata!  Sono stanca ma felice, come si dice.
Contenta di festeggiare il Natale ancora una volta con le persone a cui voglio molto bene, contenta di avere inventato questo blog che mi complica un po’ la vita ma che me la rende ogni giorno più interessante, che mi spinge ad uscire di casa e a cercare cose e storie belle da raccontare. Contenta di avere coinvolto in questa avventura anche mio marito e di averne fatto un bravissimo cuoco :-). Contenta soprattutto che seguiate Camera con Vista con tanta simpatia e affetto. Che ci siate, che commentiate, che diventiate ogni giorno di più.
Un saluto particolare ai blogger di WP che incontro ogni giorno sulla bacheca della nostra piattaforma.  Insomma, un grande abbraccio a tutti e gli auguri di un bellissimo, luminoso Natale. Che la festa cominci!

Così Cozy, tutta la magia del vintage americano

Così Cozy

Così Cozy

Ci sono posti a Milano che ti regalano ancora il piacere della scoperta. Come Così Cozy, il negozio di oggettistica vintage di Davide Langs, in Alzaia Naviglio Grande 4. Per raggiungerlo bisogna oltrepassare il portone che immette al primo pittoresco cortile e inoltrarsi nella seconda corte, di uno stile, se possibile, ancora più “vecchia Milano”. Basta guardare a destra ed ecco, sotto una vite che in questo caldo dicembre dà incredibilmente ancora dei frutti, l’apparizione allegra di bauli d’epoca, valigie di cuoio, ghiacciaie rosse della Coca Cola, vezzosi cappellini in feltro e una collezione di ceramiche tutta turchese. Non fate i timidi e oltrepassate la soglia: (altro…)

Cenone di Natale, i consigli di Gigi

RicettediGigi_Cena_Natale_2015

Un piccolo vademecum per uno dei pranzi o delle cene più importanti dell’anno consigliato da Gigi, il cuoco di Camera con Vista: dai criteri della spesa, alla scelta del menù con la segnalazione delle ricette adatte all’occasione e rintracciabili nella sezione LE RICETTE DI GIGI. Quindi antipasti, primi, piatti di mezzo, contorni, dolci.
Per un’occasione impegnativa come il Natale, dove le aspettative sono comunque più alte rispetto agli standard di tutti i giorni e i commensali a tavola generalmente molto più numerosi, le ricette non devono richiedere complicazioni e un impegno eccessivo (anche economico) nella spesa per gli ingredienti e nella loro preparazione. A livello organizzativo
tutti i piatti devono poter essere impostati con anticipo ( il pomeriggio o la mattina precedente), un po’ come si fa nei ristoranti, quando preparano “la linea”.

(altro…)

Tre creme da panettone: cioccolato, pasticciera e mascarpone

Creme per Panettone, assolrtimento

Creme per panettone, assortimento

A Natale, il dolce dovrebbe essere un buon panettone, meglio se di pasticceria e del tipo “tradizionale”, evitando le versioni farcite o ricoperte con diversi tipi di glassa che – secondo me – rovinano del tutto questa specialità e, spesso, servono anche a coprire una qualità non proprio eccelsa. Consiglio piuttosto di accompagnare il panettone con un assortimento di creme, quindi vi propongo le ricette per la ganache al cioccolato, la crema pasticciera e quella al mascarpone: le tre più classiche e con l’aggiunta di una variante.
Se potete servitele insieme, lasciando poi a ogni commensale la scelta di quale crema abbinare alla sua fetta di panettone. Ah, naturalmente queste creme sono ottime anche per l’altro dolce classico di Natale: il pandoro. 🙂 (altro…)

Il libro: Atlante degli Abiti Smessi

Atlante degli Abiti Smessi

Prima di leggere e amare Atlante degli Abiti Smessi ho conosciuto Elvira Seminara, la sua autrice. Ho visto i suoi guanti di punk di pizzo nero, il giacchino rétro, la collana ecru decorata con i bulloni di metallo, ho sorriso alla sua “Gonna che visse due volte”, cucita e “scritta” da lei. Ho ascoltato il timbro della sua voce mentre leggeva frammenti del racconto, il ritmo musicale delle parole scandite con una precisione che mi ha ricordato il lavoro dell’ago delle ricamatrici intorno all’ordito. Mi sono lasciata conquistare dalla storia della sua protagonista in fuga, dalla suggestione di un guardaroba sospeso tra Firenze e Parigi, da sentimenti custoditi e inventariati, come i vestiti in un armadio. (altro…)

Le sculture gioiello di Natsuko Toyofuku

Natsuko Toyofuku, anelli

Natsuko Toyofuku, anelli

L’atelier di Natsuko Toyofuko è situato all’interno di un palazzo d’epoca a Milano, nel quartiere dell’Isola. Un’ambientazione molto meneghina per i lavori di quest’artista giapponese che crea bellissimi gioielli in bronzo e argento:  anelli, pendenti, orecchini, bracciali da indossare come sculture. (altro…)

Pici con sugo di salsiccia del buttero maremmano

Pici con sugo di salsiccia

Pici con sugo di salsiccia

Nelle scorse settimane Paola ha visitato un negozio di specialità maremmane, Maremma Toscana, raccontandolo sul blog. Io non c’ero ancora stato ma da un po’ mi frullava per la testa l’idea di preparare qualcosa che si rifacesse a una cucina regionale. Così sono andato in via Tortona al 20, ho dato un’attenta occhiata alle delizie in offerta e alla fine, consigliato anche dal titolare Fabio Gelsinari,  ho messo insieme gli ingredienti per una pasta rustica, i pici locali, conditi con un sugo di salsiccia di maiale e ulteriormennte insaporiti da una manciata di pecorino toscano stagionato. Ricetta semplice e veloce, originaria dei butteri (i cow-boy maremmani), quindi dal gusto deciso e per appetiti robusti… (altro…)

Bellissima – L’Italia dell’alta moda alla Villa Reale di Monza

Bellissima, ingresso a Villa Reale di Monza

Bellissima, ingresso a Villa Reale di Monza

Bellissima. Come il titolo del film di Luchino Visconti nel quale Anna Magnani sognava per la figlia ancora bambina un futuro a Cinecittà. Bellissima, come è stata l’epica della moda in Italia tra il 1945 e il 1968, un momento di irripetibile creatività e inventiva che ha accompagnato il nostro Paese nel passaggio dal dopoguerra al boom economico. Bellissima, la mostra curata da Maria Luisa Frisa, Anna Mattirolo e Stefano Tonchi in scena a Villa Reale di Monza fino al 10 gennaio 2016 racconta 20 anni della moda italiana attraverso alcuni dei maggiori “capolavori” provenienti da prestigiose collezioni pubbliche e private: abiti che hanno fatto la storia dello stile italiano, grazie ai quali è possibile rivivere atmosfere e suggestioni di anni per noi straordinari. (altro…)