moda sostenibile

Yoj, la moda eco-chic di Laura Strambi

Laura Strambi SS 2016

Laura Strambi SS 2016

Se volete avere un esempio di come la moda sostenibile possa essere raffinata e sofisticata, è il momento di conoscere la collezione Yoj di Laura Strambi: il taglio di alta sartoria dei suoi capi, l’originale tavolozza dei colori spesso ottenuti con tinture naturali, la peculiarità dei tessuti ecosostenibili, organici e certificati.
Yoj  è acronimo di gioia, di un’energia positiva generata dalla passione per il proprio lavoro, dall’orgoglio di essere una donna che conosce e sa scegliere, che ama la moda senza esserne succube. Yoj è la firma di una professionista che ha fatto una scelta di campo: in difesa della natura, del rispetto dell’ambiente e delle persone. (altro…)

NVK DayDoll: l’eleganza naturale

Lo showroom NK DayDoll e Natasha Calandrino

Lo showroom NVK DayDoll di Natasha Calandrino Van Kleef

Tecnologia, ricerca, polifunzionalità, progetto, brevetto, sostenibilità, certificazione, riciclo. Il linguaggio con il quale Natasha Calandrino Van Kleef descrive la sua collezione di moda NVK DayDoll è quella dell’architetto e del designer. La parola fashion è bandita. In compenso si parla molto di eleganza, (altro…)

out of fashion, il corso che insegna una nuova cultura della moda

La fashion designer Stella Jean

La fashion designer Stella Jean

Si può insegnare una nuova cultura della moda? Che non si limiti ad analizzare la soddisfazione del desiderio e la rappresentazione del lusso che alimentano il fenomeno della moda e del suo business ma possa attivare una coscienza critica sui meccanismi che hanno portato i grandi brand della moda a un’economia su scala mondiale, sull’utilizzo delle risorse energetiche e dei materiali, sulle politiche dei numeri e delle dinamiche salariali, sulla delocalizzazione e le sue conseguenze? Insomma, un corso che insegni la pratica della consapevolezza, della sostenibilità ambientale ed economica, dell’etica nella moda?
E’ questa la scommessa di out of fashion, il corso di moda etica ideato dall’associazione non profit Connecting Cultures che, dopo il debutto lo scorso anno, riparte a novembre per la seconda edizione. Ne parlo con cognizione di causa perché ho frequentato out of fashion lo scorso anno, ricavandone tanto. (altro…)

Natura donna Impresa: il temporary shop della moda sostenibile

Natura Donna Impresa

Natura Donna Impresa

Piazza Gae Aulenti, shopping, ecofashion: una formula invitante quella scelta da Natura Donna Impresa per Expo 2105, l’esposizione dedicata alla moda e al design made in Italy creato da imprenditrici impegnate nel settore della sostenibilità che va in scena a Milano dal 15 al 18 ottobre.
Una bella iniziativa promossa da Misuraca&Samarro Comunicazione e Spazio Asti 17 che avvicina la moda e il design ai grandi temi ambientali portati avanti da Expo 2015 e che ha il patrocinio di Città Metropolitana di Milano, Expo 2015, Women for Expo e Expo in Città.
Il temporary shop, riconoscibile per le insegne rosa shocking, ha appena aperto i battenti ma già all’inaugurazione di giovedì pomeriggio era affollato di signore – e signori – che curiosavano, chiedevano, acquistavano. (altro…)

Paglia Milano: la moda eco chic è una storia di famiglia

La moda è uno strumento di conoscenza formidabile. L’attrazione per un capo bello, un tessuto di qualità, un dettaglio inusuale può portare alla scoperta di persone o realtà uniche e particolari. Come Paglia Milano, il marchio di moda eco-chic fondato dalle sorelle Margherita, Francesca e Giulia Paglia. Combinando nel 2012 le loro competenze professionali di fashion designer, architetto e grafica le tre sorelle milanesi hanno ideato un progetto di moda dove l’etica e l’estetica non solo vanno di pari passo ma diventano categorie strettamente funzionali l’una all’altra.
Le collezioni di Paglia Milano sono infatti realizzate con il recupero dei tessuti in giacenza presso produttori dislocati tra Milano, Como e Biella:  tagli di stoffe che per via delle metrature ridotte non sono funzionali alla produzione su larga scala e che invece Margherita, Francesca e Giulia utilizzano fino all’ultimo scampolo, creando anche spille, cinture, bordure, bijoux.  (altro…)

Fair & Ethical Fashion Show: va in scena la moda bella e sostenibile

F&EFS, Yoj di Laura Strambi

F&EFS, Yoj di Laura Strambi

Si fa prima a guardarla che a spiegarla. Perché la moda etica e sostenibile, prima che pulita e giusta, è soprattutto bella. Se volete saperne e vederne di più, andate in questo weekend all’Ex Ansaldo, dove dal 22 al 24 maggio va in scena Fair & Ethical Fashion Show, il primo salone internazionale di moda etica e solidale. Ma portatevi anche qualche soldino, perché curiosando tra i trenta stand dei marchi italiani e internazionali che hanno aderito all’evento, sarà difficile resistere alla tentazione di portarsi a casa uno dei tanti capi in tessuti naturali, realizzati con cura artigianale e colorati con tinture naturali in tante splendide nuance e gradazioni, uno zaino stiloso confezionato con materiali di riciclo, o  un paio di sneakers a impatto zero.  (altro…)

Nicoletta Fasani: ovvero i tanti volti della moda

IMG_7969
Versatilità e rigore. Due elementi opposti che quando s’incontrano nella moda possono dare vita a risultati davvero sorprendenti. Come gli abiti della stilista milanese Nicoletta Fasani che possono trasformarsi in maglie t-shirt, gonne, top, sciarpe o coprispalle ma che alla fine risultano le molteplici  interpretazioni di un’unica figura geometrica, il rettangolo.
Il gioco degli opposti e la combinazione di elementi diversi sono fattori costanti nella formazione di Nicoletta Fasani che non a caso, dopo gli studi di filosofia, ha ottenuto un master con una tesi sulle differenze di genere. E che non a caso, mentre studiava all’università, faceva pratica di taglio e cucito ai corsi triennali organizzati dalla Regione Lombardia. “Lì ho visto che tutti gli elementi di un abito alla fine sono costituiti da rettangoli, e allora, seguendo anche una mia ricerca di essenzialità, mi sono applicata su abiti costituiti su quell’unica forma geometrica”.  (altro…)

Il Bianconiglio: la boutique dell’usato per bambini

IMG_7852

Il Bianconiglio

Alice seguì il Bianconiglio, araldo della Regina di Cuori e si trovò nel Paese delle Meraviglie. A Milano, in via Gaudenzio Ferrari, varcando l’insegna del Bianconiglio le mamme entrano in una bella boutique  dove è possibile vestire da principini bambini e bambine da zero a tre anni, ma senza spendere una fortuna. Perché i vestitini del Bianconiglio, tutti  firmati e di ottime marche, sono di seconda mano. Ma usati pochissimo, in perfetto stato e comunque sempre lavati, igienizzati e stirati. Insomma, resi come nuovi. (altro…)