Mostra

In mostra i gioielli creati con i sensi

Meri_macramä_gioielli_Iotti_Marisa Stromboli 1

VISTA – A Stromboli

A Milano, in Alzaia Naviglio Grande 4 –  proprio all’interno di uno dei cortili più belli, quello con i muri rossi e le ringhiere fiorite – per vedere una mostra di gioielli. Mica male l’abbinamento no? Un’occasione che vale la pena di cogliere, anche perché i quaranta gioielli in esposizione presso lo Spazio E sono realizzati con materiali innovativi e sperimentali – organici o inorganici – quindi in tessuto, lana, ceramica, plastica, legno, vetro, marmo, carta… gli unici grandi assenti sono i  metalli più convenzionali per la realizzazione di monili, vale a dire oro e argento.   (altro…)

La mostra più bella di Venezia è per la Divina Marchesa

IMG_20141205_142624
La mostra più bella di Venezia va in scena a Palazzo Fortuny ed è dedicata alla marchesa Luisa Casati, una donna straordinaria che affascinò D’Annunzio e con le sue follie divenne la musa dei più grandi artisti del suo tempo: da Boldini a Bakst, da Marinetti a Balla, da Man Ray ad Alberto Martini, da Van Dongen a Romain e Brooks. Ci sono stata nei giorni scosti e ne sono rimasta affascinata.  (altro…)

Giambelliners: la mostra dedicata alla Gente del Giambellino

Philip Marlowe Al Giambellino

Philip Marlowe Al Giambellino

In questi giorni il quartiere del Giambellino, come altre periferie italiane, è nell’occhio del ciclone per le difficili condizioni degli abitanti delle case popolari. Brutte vicende, pessima politica, forte disagio sociale. Ma il Giambellino non è solo abitazioni occupate, periferia degradata e sgomberi. Ci sono anche altre trame e altre storie, vissute da gente che è nata e cresciuta nel quartiere, che lo ama nonostante i disagi e cambiamenti traumatici e che ce lo possono – lo vogliono – raccontare anche da altri punti di vista. (altro…)

Il tessuto vive. Ed è in mostra alla Triennale

Ho ritrovato anche Dainese, l’azienda più prestigiosa e innovativa nel campo dell’abbigliamento e dell’equipaggiamento da moto che conosco da tanti anni per motivi professionali, all’interessante – e bella! – esposizione ‘Textile Vivant, percorsi, esperienze e ricerche del textile design made in Italy’, in mostra alla Triennale di Milano dal 10 settembre al 9 novembre 2014. (altro…)

Cartoline. Happy birthday donna Sophia!

IMG_20140920_162326Sophia Loren il 20 settembre compie 80 anni. Milano la celebra in una mostra fotografia che si tiene in Piazza Mercanti  fino al 22 settembre in occasione della settimana della moda. Oltre 100 immagini, tutte in bianco e nero, ripercorrono la carriera di quella che a tutt’oggi, volenti o nolenti, è l’unica nostra grande diva di calibro internazionale.

SOPHIA LOREN, ICONA DI STILE
MOSTRA FOTOGRAFICA
17–22 Settembre dalle 9 alle 19
Fashion Hub, Palazzo Giureconsulti
Piazza dei Mercanti 2

CLICCA SULLA GALLERY PER INGRANDIRE LE IMMAGINI

 

 

Abiti da Lavoro: la mostra sul lavoro che non c’è

Non mi era mai successo di visitare una mostra e di sentirmi a disagio. E’ successo alla Triennale di Milano in occasione dell’esposizione Abiti da Lavoro, inaugurata nei giorni scorsi e aperta fino al 31 agosto. Avevo letto molte segnalazioni e mi aveva incuriosito una delle immagini utilizzate per promuovere l’evento, quella di una donna vestita di rosso e pois bianchi e il viso coperto da una casetta in tinta. Chissà che occupazione avrebbe rappresentato? Interessante anche l’elenco dei 40 progettisti che avevano contribuito all’esibizione: da Alberto Aspesi a Nacho Carbonell, da Elio Fiorucci ad Alessandro Mendini, da Issey Miyake a Nanni Strada ad Antonio Marras a Rosita Missoni, solo per citarne alcuni.
Hanno tutti aderito all’invito del curatore Alessandro Guerriero a inventare degli abiti da lavoro. I loro schizzi sono stati trasformati in cartamodelli dai ragazzi dell’associazione Tam-tam e quindi trasmessi ad Arkadia Onlus, dove un gruppo di persone con disabilità li ha trasformati in abiti veri e propri. Abiti da Lavoro, appunto. Interessante.
Eccomi quindi davanti alla vetrata gialla che introduce alla mostra. (altro…)

Fotografia: Lo sguardo di Olivia Gozzano

Oggi sono andata a vedere la mostra di una fotografa che ha il nome di un poeta. Olivia Gozzano è infatti la pronipote del Guido che abbiamo studiato sui banchi di scuola. La vena artistica di Olivia, forte in famiglia, ha trovato la sua espressione nelle immagini. Del resto è cresciuta nella sala di posa piazzata nella casa dove i genitori –  padre inventore e artista e madre fotografa –  realizzavano i loro lavori. Diplomarsi al liceo artistico e diventare assistente fotografa per Olivia Gozzano è stato quindi naturale.
Meno istintivo decidere di inquadrarsi in questa professione, dopo varie esperienze che l’hanno portata a fare l’attrice ma anche ad aprire una tabaccheria. “Solo quando attendevo mio figlio ho sentito l’esigenza di iniziare qualcosa di definitivo. Ho ripreso a scattare, ad approfondire  tecniche apprese quando ero assistente. Insomma, ho portato simbolicamente la sala posa che era dai miei genitori a casa mia”. (altro…)